Tossina botulinica di tipo A

La tossina botulinica di tipo A è una proteina prodotta dal Clostridium botulinum.

E’ un polipeptide costituito da una catena leggera e una pesante, legate da un singolo ponte disulfuro. Vi sono otto tipi di tossina botulinica conosciuti (da A a G), strutturalmente simili, ma sierologicamente differenti. La tossina agisce bloccando la conduzione neuromuscolare: l’inibizione del rilascio di acetilcolina provoca una paralisi flaccida del muscolo.

La funzione muscolare si recupera quando si sviluppano nuove giunzioni neuromuscolari (dopo circa 12 settimane). Già in commercio da alcuni anni con l’indicazione al trattamento di un’ampia gamma di disturbi neuromuscolari [tipo A (Botox, Dysport) e tipo B (Neurobloc)], la tossina botulinica è ora disponibile come formulazione specifica per uso cosmetico.

La scoperta casuale della diminuzione delle rughe nelle aree adiacenti l’iniezione ha indotto, infatti, a verificarne le potenziali applicazioni anche in ambito non strettamente medico. Quando iniettata nel muscolo corrugatore e nel procerus, la tossina ne antagonizza la contrazione: il muscolo si allunga e la cute sovrastante si spiana, riducendo rughe, pieghe e grinze.

L’effetto in genere è visibile entro 3 giorni dalla somministrazione, è massimo dopo 2 settimane e scompare alla ripresa della funzione muscolare, mediamente entro 3-6 mesi.